Web Tv Radio Periodici Newspaper Internet Agenzia Convegni
  
 Home Page
Chi siamo
Contatti
Mailing List
Investor Relation
Bilanci annuali
Comunicati stampa
Partnership
 I prodotti di Class Editori
Newspaper
Periodici
Class Digital System
Le TV di Class
GO TV
Radio
Editoria Elettronica
Inglese
 
  
Pubblicità
Maggiori informazioni
Abbonamenti
Maggiori informazioni
La casa editrice leader nell'informazione finanziaria, nel lifestyle, nella moda e nel lusso per l'upper class
 Ultime notizie a cura di MF-DowJonesNews 
WALL STREET: seduta fiacca, male il petrolio

MILANO (MF-DJ)--Wall Street continua a trattare debole. Poco mosse anche le Borse europee, con gli investitori in attesa dell'esito del primo turno delle presidenziali francesi. Inoltre il presidente della Bce, Mario Draghi, ha ribadito che il trend dell'inflazione non e' convincente, che i rischi restano al ribasso e che e' quindi ancora necessario un grado di accomodamento molto significativo. Il Dow Jones scende frazionalmente dello 0,02%, mentre l'S&P 500 lascia sul terreno lo 0,16% e il Nasdaq Composite dello 0,1%. Male i prezzi del petrolio, in calo dell'1%. Lo scetticismo attorno all'accordo Opec sui tagli alla produzione di petrolio sta aumentando, affermano gli analisti di Commerzbank, puntualizzando che l'obiettivo principale dell'intesa "e' ancora molto lontano da raggiungere". Inoltre, aggiungono gli esperti, non e' ancora chiaro se i tagli all'output di greggio saranno estesi per altri 6 o 3 mesi, e se i Paesi non appartenenti al Cartello sigleranno o meno il nuovo accordo durante l'incontro dell'Opec in programma per fine maggio. Ieri Wall Street ha chiuso in netto rialzo, con il Nasdaq Composite che ha aggiornato il massimo storico, dopo che il Segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha assicurato che la riforma fiscale dell'amministrazione Trump verra' svelata "molto presto". Oggi inoltre, ricordano gli economisti di Intesa Sanpaolo, il presidente Donald Trump dovrebbe firmare tre ordini esecutivi mirati a rivedere la regolamentazione sulle imprese: uno dei tre ordini richiede a Mnuchin di valutare se i vincoli imposti nel 2016 contro le "inversioni fiscali" delle multinazionali pongano vincoli eccessivi di complessita' e un altro potrebbe portare a modifiche dei limiti imposti sulle procedure di bancarotta per le societa' considerate "too big to fail". Sul valutario il cambio euro/usd tratta a 1,0694 con minimo a 1,0687 e massimo a 1,0738, mentre sull'obbligazionario il rendimento del Treasury biennale e' in lieve calo all'1,168% e quello del decennale al 2,221%. alb alberto.chimenti@mfdowjones.it (fine) MF-DJ NEWS 16:58 21 apr 2017

I siti Web di Class Editori
  Milano Finanza ItaliaOggi Class Life MFfashion.it MFIU Global Finance  
  ClassHorse.TV RadioClassica Fashion Summit Classpubblicita' Guide di Class  

2017 © Class Editori Spa. Tutti i diritti riservati.